Funerale a 850 euro: solo una menzogna! Il conto finale ammonta a 4200 euro

Conto del funerale aumentato

Funerali completi, a prezzi stracciati. Tipo a 850 euro. Ma è tutto un falso! La cifra, indiscutibilmente fuori mercato, serve solo a procacciare quei clienti, che distratti e offuscati dal dolore del lutto, finiscono per pagare cifre da capogiro per un funerale. E la cosa più brutta è che lo metabolizzano dopo, a distanza di giorni delle esequie del caro estinto.

Leggi tutto


Quali sono le mansioni di un infermiere nel caso di un decesso di un paziente? Sicuramente non suggerire l’impresa di pompe funebri

Il ruolo degli infermieri

Fino a oggi abbiamo descritto i comportamenti illeciti di alcuni infermieri che hanno cercato di favorire, attraverso la propria posizione privilegiata, le “imprese di pompe funebri amiche”, in special modo nel contesto territoriale di Milano e provincia, in cambio di un compenso. Compenso, quantificabile tra le 100 e le 350 euro, che in linea teorica diventa tale laddove il consiglio dell’infermiere si traduca nell’organizzazione di un funerale. Leggi tutto


Fare la “cresta” con le cremazioni? Inchiesta sulle bare e sulle salme trovate in un magazzino dell’Alta Valsugana

Bare e funerali

Un’altra macchia nel mondo dei funerali e in special modo della cremazione? Apprendiamo dal Corriere della Sera e da Il Fatto Quotidiano che la Procura di Trento e i Carabinieri del Noe (nucleo operativo ecologico) stanno indagando sul ritrovamento di ventisette bare e altrettante salme scovate in un magazzino dell’Alta Valsugana.
L’individuazione delle salme e delle bare sarebbe avvenuta in un capannone in provincia di Trento, usato come deposito da una cooperativa sociale con l’incarico di trasportare i corpi nel crematorio per l’incenerimento, a seguito della segnalazione di un’azienda vicina, i cui lavoratori avvertivano forti odori. Tra l’altro il capannone, con bare e salme, era adibito in parte ad officina e dunque conteneva al suo interno anche pneumatici, automobili smontate e carriole. Leggi tutto


Malato terminale in abitazione prossimo al decesso. Come comportarsi? Per una gestione più serena è meglio prendere preventivamente contatto con le pompe funebri

Malato terminale in abitazione

Prima o poi la morte irrompe nella vita ciascuno di noi, con il decesso di un genitore, di un parente, di un figlio, di un fratello o sorella. È una realtà dalla quale non ci si può sottrarre. Ed è dolorosa. L’unica cosa che si può fare, ma soltanto nei casi dove non si tratta di una morte improvvisa e inaspettata come un incidente stradale oppure un decesso sul lavoro, è prepararsi.

 

Leggi tutto


Portano via i defunti senza la delega dei parenti… OdF – Outlet del Funerale manda in fumo un “tentato furto” di cadavere

Gli imprenditori truffaldini delle pompe funebri hanno architettato una nuova truffa, che non soltanto grava sul cliente finale ma anche sull’impresa di onoranze funebri realmente incaricata dai familiari di organizzare il funerale Leggi tutto