Quando il malato terminale esala l’ultimo respiro… Occhio al raggiro!

Avvoltoi dei funerali

Lo dice la parola stessa: non ci sono più possibilità di salvezza quando si è classificato come malato terminale. Il paziente è destinato, generalmente nel breve periodo, a passare all’altro mondo. Fra tante persone che si prodigano per lui, alcuni avvoltoi mascherati attendono fiduciosi la preda.

 

Nel momento del lutto, soprattutto la notte, l’assalto al congiunto, per ottenere l’esecuzione del funerale

Lo sapete, non uscirà vivo, almeno in gloria e non vittima di un reato. Lo Stato lo sa, il Governo è al lavoro per avere dalle onoranze funebri corrette e professionali che preparino un funerale sicuro e rispettoso, nell’interesse di tutti. Il momento terribile del lutto è il peggiore per prendere qualsiasi decisione, non sapere cosa fare in quel momento è veramente pericoloso. Meglio pensarci prima, se la speranza è la vostra ultima dea pensateci dopo, non nel dolore e la confusione, al momento della dipartita si prega per lui, lo si ricorda con affetto, non si firma un contratto commerciale.

 

Gli avvoltoi “del funerale” sanno quando è il momento dell’attacco

Preferiscono la notte, viene meglio, il sonno interrotto, l’agitazione, il dolore per il decesso, il timore per il futuro… rapido e letale arriva l’attacco. Spesso viene dal personale medico e paramedico, conoscono sempre un’ottima attività di pompe funebri, di cui per caso hanno il biglietto da visita in tasca. Casualmente vi segnalano a procacciatori di affari di imprese di onoranze funebri poco serie che sono lì “per caso”. Nell’ipotesi migliore vi stanno facendo pagare il prezzo della segnalazione, di solito vi attaccano per ricavarne il massimo possibile, cercano e sfruttano i vostri sensi di colpa per farvi firmare un foglio vago per un funerale, che sia cremazione, inumazione, tumulazione, che costa veramente un sacco di soldi inutili.

 

L’attacco dà diritto alla difesa

Vi cacciano per denaro, parecchio, sapendo che siete frastornati e confusi, e vi sfrutteranno al massimo delle loro capacità per rifilarvi un servizio funebre, che parte dalla vestizione della salma e, infilando un sacco di cose inutili e costose, pensate per sfruttare l’emotività del momento, termina al cimitero e con l’urna ceneri molto più poveri del necessario, senza nessun vantaggio reale, se non per l’abile avvoltoio e i suoi complici. Non è solo immorale, è veramente carogna e la legge lo proibisce, con punizioni severe ma non eccessive. Chiaramente non può esserci un poliziotto in ogni angolo, a ogni ora e quindi la miglior difesa è dirgli di no, in quel momento e per l’eternità, per difendere tutti anche denunciarli all’autorità giudiziaria, almeno informando la nostra redazione info@odfitalia.it. A mente più serena cercherete l’azienda di pompe funebri più vicina allo stile e ai mezzi del povero caro, dal miglior rapporto prezzo/qualità dell’offerta Outlet alla costosa agenzia tradizionale, scelta con serena attenzione per come si pongono al vostro servizio, non per come vi hanno dato la caccia nella notte.