Spesi 4500 euro per la cremazione di un defunto covid-19 (coronavirus). Adesso chiedono l’aiuto dello Stato, ma non servirà…

4500 euro per una cremazione

Il conto per la cremazione del padre colpito dal covid-19 (coronavirus) è di quelli salati: 4500 euro.  Lo hanno purtroppo appreso le figlie di un 75enne deceduto all’ospedale Niguarda di Milano, dopo il precedente trasferimento da quello di Cremona. Infatti adesso, dopo la salassata, le donne chiedono alle istituzioni di farsi carico delle spese. Cosa, quest’ultima, abbastanza improbabile… La vicenda è stata portata alla luce dall’Agi – Agenzia Italia, con un articolo in cui si spiega dettagliatamente la trafila vissuta dai familiari per il lutto del padre, morto per coronavirus (covid-19) e della spesa folle per la cremazione che hanno dovuto sostenere.

4500 euro per la cremazione del padre

Sia i familiari coinvolti nel decesso che la stessa Agi dimostrano un certo sconcerto per la cifra da saldare di 4500 euro per la cremazione e per alcune voci di spesa, come per il funerale che non si è mai celebrato. Certo che un controllo lo si poteva pure fare. Comprendiamo che nel momento del lutto non sia mai facile gestire il tutto, però basterebbe davvero una veloce ricerca sul web per farsi un’idea dei prezzi per un funerale. E capire che ci sono prezzi giusti e prezzi alti

Funerali a prezzi giusti: controllate sempre il sito web dell’impresa di pompe funebri

Per intenderci i prezzi giusti sono la metà o meno della spesa che hanno pagato queste persone. Chi fa prezzi giusti generalmente li espone in trasparenza sul proprio sito web, come ad esempio Outlet del Funerale, che presenza costi e pacchetti completi per qualsiasi tipologia di funerale (cremazione, inumazione, tumulazione), con cifre che partono dai 1000 euro a salire. Occhio però a non finire a delegare imprese di pompe funebri low-cost che promuovono funerali economici a costi stracciati (tipo 700-800 euro) con servizi funebri che potrebbero risultare deludenti, scarsi e poco professionali. Qui si rischia anche di cadere nella trappola, nel senso che in sede di colloquio l’imprenditore funebre potrebbe aggiungere voci al preventivo del funerale, facendone lievitare il prezzo.

Funerali costosi? Ce ne sono a Milano, in Lombardia e in tutta Italia

Questa storia, del funerale a 4500 euro, è più frequente di quanto si possa pensare: anzi è più facile pagare queste cifre elevate che quelle giuste. Il discorso vale a Milano, in Lombardia e nell’intera Italia. Per cui il consiglio che vogliamo darvi per tutelare voi stessi, il caro estinto e il vostro portafoglio (per non farvi spendere cifre da capogiro che potrebbero mettervi in crisi, soprattutto adesso con il covid-19 coronavirus), è quello di prestare sempre attenzione a chi si sceglie. E ricordate che le pompe funebri che hanno i prezzi giusti, di solito lo pubblicizzano sul proprio sito web. Proprio perché è un punto di forza!