Inumazione a Milano per i defunti covid-19: lo zinco non è obbligatorio. Occhio a chi ve lo propone lo stesso!

defunti covid-19 Milano

L’occasione fa l’uomo ladro. Così dice il famoso proverbio. E noi, per non sapere né leggere e né scrivere vi mettiamo in guardia su una potenziale “furbizia” che potrebbero sfruttare, di questi tempi di pandemia (covid-19), alcune imprese funebri della città di Milano. Veniamo al sodo: l’uso della cassa in zinco, abbinata alla cassa in legno, non rientra tra le obbligatorietà per le persone decedute per coronavirus (covid-19) che vengono riposte sotto terra (inumazione). Un chiarimento questo che scioglie i dubbi sorti nel primo lockdown quando, all’apice dei contagi, è spuntata una disposizione poco chiara nella quale (forse) si stabiliva che i seppellimenti dovevano avvenire con la cassa in zinco. Leggi tutto



Funerale convenzionato a Sesto San Giovanni e la “fuffa” di un’impresa funebre

Funerale convenzionato a Sesto San Giovanni

Farsi belli agli occhi dei clienti e allargare la propria offerta commerciale con la proposta di funerale convenzionato, quando l’ultima convenzione è scaduta nel 2017. È tre anni che non c’è più alcun accordo per fissare funerali a prezzi calmierati, stabiliti dall’istituzione locale, eppure c’è ancora qualche impresa di onoranze funebri a Sesto San Giovanni (Milano) che ne sfrutta i vantaggi. Già perché sul suo sito internet campeggia la scritta “Funerali a prezzi convenzionati” che di certo richiama l’attenzione dei più. Ma è tutta “fuffa”. Leggi tutto