Milan l’è un gran Milan. Ma si possono passare 4 ore in fila presso gli uffici dell’area servizi funebri e cimiteriali del Comune per fissare un funerale?

Duomo Milano pompe funebri

Milano è la capitale del business italiano, con servizi, tecnologie e innovazioni. Eppure Milano, o meglio il Comune di Milano, non sempre riesce a tenere il passo con i tempi attuali, obiettivamente repentini. Così accade che si crei una sorta di “rallentamento lavorativo” per qualcuno, la cui conseguenza si traduce in danno economico.

Stiamo parlando delle difficoltà patite dal comparto funebre per sbrigare le pratiche atte a organizzare uno o più funerali.

Fissare una data per un funerale, che sia con cremazione (forno crematorio e urna cineraria), con inumazione (sepoltura sotto terra) o con tumulazione (feretro nel loculo), è diventata infatti un’impresa titanica per le onoranze funebri che svolgono servizi in città.

Molti imprenditori di pompe funebri, o il loro personale, si recano davanti agli uffici dell’area servizi funebri e cimiteriali del municipio milanese, in via Larga, diverse ore prima dell’apertura, al fine di evitare le code. Già dalle 5.00 del mattino, infatti, è possibile assistere all’arrivo degli addetti delle onoranze funebri che si mettono in fila per attendere l’inizio delle attività, fissate alle ore 8.30.

Questo perché è universalmente risaputo che le pratiche per organizzare un funerale al Comune di Milano siano molte lunghe e diano adito a grandi file. Non sappiamo sinceramente contro chi puntare il dito. Di sicuro possiamo plaudere l’impegno che ogni giorno il personale comunale profonde per la compilazione delle pratiche funebri ma certamente vorremmo comprendere il perché Milano, metropoli all’avanguardia, non abbia finora studiato/introdotto un sistema per risolvere queste lungaggini burocratiche con una piattaforma on-line.

Con pochi clic dal proprio computer si eviterebbero molte complicazioni e soprattutto spese folli. Oltre al costo dei mezzi di trasporto o del carburante per raggiungere l’area servizi funebri e cimiteriali, si deve considerare anche la spesa del personale che trascorre ore in fila prima di raggiungere lo sportello… Il danno per chi lavora su Milano, in termini economici, non è poca cosa.

Quello che il comparto funebre auspica è di potersi avvalere di un sistema on-line, che permetta di fissare i funerali senza perdere giornate lavorative. Non c’è niente da inventare: in alcune realtà urbane, citiamo ad esempio Torino oppure Abbiategrasso, tutto ciò è già possibile.

Non si deve, infine, interpretare questo articolo come una critica ma semplicemente come una richiesta di aiuto a favore delle imprese funebri che vogliono svolgere il proprio mestiere.