Cimitero dei bimbi mai nati: dove seppellire i piccoli scomparsi prima delle 28 settimane di gestazione

È stato istituito nel cimitero di Torri di Quartesolo, in provincia di Vicenza, un luogo dove anche i feti abortiti prima della 28° settimana potranno riposare in pace. Nell’area del camposanto nella quale potranno essere tumulate le salme, sia derivanti da aborto spontaneo che da scelte consenzienti, sono stati predisposti per il momento cinque/sei posti.

I protagonisti della nascita del cimitero per i bimbi mai nati

A dare la notizia dell’istituzione di una sezione per i piccoli mai nati è il Corriere della Sera che, nel suo articolo, inquadra come promotori dell’iniziativa adottata dal municipio di Torri di Quartesolo l’Azienda Sanitaria di Vicenza e la Regione Veneto.

La richiesta proviene da alcune famiglie colpite dalla morte del figlio

La scelta di creare uno spazio per accogliere quei piccoli coinvolti tragicamente in gravidanze non andate a buon fine deriva proprio dalla volontà dei loro papà e delle loro mamme. Alcuni genitori infatti, che non hanno avuto la possibilità di stringere il proprio piccolo, hanno chiesto di avere una tomba dove collocare le sue spoglie mortali.